vai al contenuto della pagina vai al menu di navigazione
Tu sei qui: Home / Azioni / Edilizia

Edilizia

Campus Bologna - Cittadella storica

Valorizzazione degli insediamenti universitari del nucleo storico di Bologna con l'obiettivo di migliorare i servizi agli studenti, ridurre la frammentazione logistica delle strutture, riqualificare gli spazi e rafforzare l'identità dell'istituzione universitaria.

CAMPUS BOLOGNA - Filippo Re - Berti Pichat

Progetto di riqualificazione dell'area, compresi il parco e la viabilità interna, finalizzato al potenziamento delle strutture e dei servizi.

Campus Bologna - Sant'Orsola

Piano di riqualificazione dell'area per il potenziamento delle strutture di didattica, ricerca e assistenza.

Campus Bologna - Navile

Grande polo di area scientifica che comprende l'Astronomia, le Chimiche, la Farmacia e le Biotecnologie, assieme alle sedi di INAF e CNR.

Campus Bologna - Terracini

Realizzazione di un nuovo lotto a completamento dell'insediamento di alcuni settori dell'Ingegneria e dell'Architettura.

Campus Bologna - Risorgimento

Progetto di riqualificazione per un nuovo polo di Ingegneria Industriale, Ingegneria Elettronica e Informatica.

Campus Bologna - Fanin

L’insediamento di via Fanin, ex CAAB, rappresenta il fulcro su cui si articolano le attività di ricerca e di didattica dell’intera area di Agraria, garantendo una qualità estesa per le esigenze funzionali e per i servizi agli studenti.

Campus Bologna - Ozzano

Realizzazione dell'archivio centralizzato d’Ateneo e del Centro Veterinario Fauna.

Campus Bologna - Imola

Potenziamento dell'insediamento universitario e dei servizi agli studenti.

Campus Cesena

Realizzazione del nuovo polo di Ingegneria, Informatica, Architettura e Psicologia, completamento del Tecnopolo e riqualificazione del Centro di Cesenatico.

Campus Forlì

Completamento del progetto di campus che prevede la concentrazione dell’insediamento universitario in due grandi poli scientifico-didattici.

Campus Ravenna

Ampliamento e razionalizzazione del polo scientifico-didattico di Scienze Ambientali e potenziamento dei servizi agli studenti.

Campus Rimini

Nuova sede di Scienze per la Qualità della Vita, completamento del Tecnopolo e potenziamento dei servizi agli studenti.

Il piano di sviluppo edilizio e di riqualificazione del patrimonio esistente affronta, in una nuova prospettiva di breve, medio e lungo termine, le principali criticità dell’insediamento Multicampus, con un approccio organico e integrato alla pianificazione strategica dell’Ateneo. Si presenta come un ambizioso progetto didattico e scientifico che coniuga sicurezza, sostenibilità e qualità architettonica con soluzioni razionali per migliorare i servizi, ridurre la frammentazione logistica e i costi di gestione, all’interno di una visione d’insieme con una forte connotazione identitaria.

La pianificazione segue la logica di Campus e un’articolazione funzionale e logistica per distretti, concepiti come habitat dotati di tutti i servizi essenziali per la vita universitaria: dalle strutture didattiche a quelle di ricerca, dalle residenze agli spazi per lo studio, per la ristorazione, per lo svago e per lo sport.

Al centro dell’azione progettuale vi è lo studente, perseguendo una visione della cosa pubblica improntata su una rinnovata attenzione per i luoghi, intesi come patrimonio tangibile che marca l’identità fisica di una comunità che si perpetua nel tempo e che si riflette nella qualità dell’ambiente costruito in cui abita.

Con una visione a lungo termine, il piano edilizio intende realizzare la base su cui fondare le future politiche di sviluppo di una università moderna formata sui criteri della sostenibilità. I progetti edilizi si intrecciano infatti con le azioni legate al territorio e alle persone in termini di cura e tutela di questo patrimonio, di contenimento e ottimizzazione dei consumi, di razionalizzazione degli usi, di edifici a energia quasi zero e impiego di fonti rinnovabili, di un uso consapevole dei suoli e delle risorse disponibili, di mobilità a basso impatto nelle città e tra le sedi, di una forte propensione verso l’innovazione nelle sue varie forme.

Il completamento del piano produrrà a regime un aumento della superficie destinata ad aule del 12%, di quella per biblioteche e sale studio del 28% e per attività di ricerca del 18% e un aumento di oltre 1.000 posti alloggi.

gallery